domenica 25 ottobre 2020

ritratto di Alessandro Mallamaci

 












Alessandro Mallamaci è un fotografo e docente di fotografia. E' uno di quelli che scrive con la fotografia. 

Qui c'è una piccola bella playlist dal suo canale YouTube, sono interviste intelligenti.

Qui è il sito.

domenica 11 ottobre 2020

il dominio maschile

Ascolto Radiotré, il programma si occupa della lingua italiana, si chiama La lingua batte. Il conduttore è Paolo Di Paolo che in questa puntata riferisce della nuova enciclica intitolata Fratelli tutti. Intervista vari esperti dell'enciclica. L'ultimo esperto dice che l'espressione 'omnes fratres' usata da Francesco d'Assisi si riferisce a maschi e femmine. Da cui la concisa traduzione 'fratelli tutti'. Certo non c'è niente di strano: da mille anni nella lingua italiana continua a essere inscritta la superiorità simbolica del maschile. Quindi che Sorelle tutte potesse essere un titolo più dignitoso non sfiora la mente dell'intervistatore né dell'esperto né dell'autore dell'enciclica.






domenica 27 settembre 2020

caseggiati in differenti stati di luce

 










Due rifotografie perché la fotografia per prendere vita ha bisogno di un corpo di carta.
L'idea che bastano due caseggiati per mostrare quel che succede là fuori, tutta la girandola intuita di masse-energie nello spazio-tempo.

sabato 26 settembre 2020

ritratto di Alodia Gosiengfiao mentre gioca a Among Us

 
















Non è una novità ritrarre fotografando lo schermo, ma ultimamente seguo dei giocatori, soprattutto il geniale Sabaku, e direi che la loro manifestazione virtuale, mentre giocano, non è affatto una forma identitaria irreale; allora il ritratto ambientato, cioè il modo più preciso di ritrarre, è ambientato appunto nel loro mondo di gioco, nello schermo - invece sarebbe irreale riprenderli dal vivo nella stanza in cui giocano. Con l'italiano 'giocare' si perde il senso molto più profondo di 'to play'.

martedì 18 agosto 2020

.















dalla vecchia cartella grafica è riemerso questo ritrattino di Judith Butler bambina, quando litigava con la scuola e metteva alle corde il rabbino chiedendogli del cherem contro Baruch Spinoza

di seguito i link a una bellissima intervista intitolata Judith Butler, philosophe en tous genres (2006) di Paul Zajdermann, prodotta dalla rete franco-tedesca Arte, in inglese sottotitolata in francese.








domenica 16 agosto 2020

.

Una schermata di Death Stranding, capolavoro videoludico di Kojima Productions, ci ricorda il mistero della fotografia: il frammento di una rappresentazione bidimensionale del tempo e dello spazio in qualche modo può racchiudere ricordi e sentimenti.